Testosterone: perché è tanto importante per gli uomini e come stimolare naturalmente il corpo a produrne di più.

Testosterone

Testosterone

 

.

.

seguiteci sulla pagina Facebook Curiosity 

.

.

Testosterone: perché è tanto importante per gli uomini e come stimolare naturalmente il corpo a produrne di più.

Il testosterone è un ormone presente anche nelle donne ma è maggiormente prodotto negli uomini. Oggi giorno molti maschi (sia ragazzi che adulti) hanno livelli di testosterone bassi che si riflettono su:

  • Autostima
  • Energia
  • Capacità sessuale
  • Massa muscolare
  • Peso corporeo
  • Instabilità mentale

Sebbene la questione del testosterone sia sconosciuta o viene associata semplicemente alla libido, tutti i maschi dovrebbero valutare se sono carenti di testosterone, l’ormone maschile per eccellenza. L’uomo è strutturato diversamente dalla donna, ma spesso oggi sembra che i ruoli si sono invertiti a causa di uno squilibrio ormonale sempre più diffuso.

Il testosterone è l’ormone che fa avere agli uomini una voce profonda (“la voce sensuale” insomma), che stimola la crescita dei peli nel corpo, e che fa avere un bella struttura muscolare ideale per le attività fisiche.

Bassi livelli di testosterone possono indurre anche

  • Problemi cognitivi
  • Depressione
  • Irritabilità
  • Sfiducia in se stessi
  • Difficoltà a dormire

tutte problematiche che danneggiano la nostra vita e rendono anche difficili i rapporti con gli altri.

Se quindi ad esempio fai difficoltà ad aumentare la tua muscolatura, hai eiaculazione precoce e non hai abbastanza autostima che ti permette di esporre le tue idee e progetti senza sminuirti o farti sminuire, allora forse devi considerare di aumentare il tuo testosterone.

Non bisogna assumere sostanze esterne che contengono testosterone in quanto queste danneggiano solamente il nostro organismo e peggiorano la situazione. L’unico modo è quello di stimolare naturalmente il corpo a produrne di più, cosicché non ne avremo mai troppo e avremo ristabilito la normale produzione interna.

1. Abbassare i livelli di zucchero nel sangue

Mangiare un sacco di dolci, zucchero e carboidrati raffinati (pasta, pane, pizza, crackers, ecc) induce un aumento brusco dell’indice glicemico. In uno studio infatti i ricercatori hanno somministrato a 74 uomini (che avevano diverse tolleranze al glucosio) un test del glucosio standard che consisteva in 75 grammi di zucchero in una forma di glucosio puro. Quello che hanno visto è stato che in tutti i loro soggetti i livelli di testosterone sono scesi fino al 25%, indipendentemente dal fatto che gli uomini erano sani, pre-diabetici o diabetici. Circa 2 ore dopo il carico di glucosio, il 15% dei soggetti aveva dei livelli di testosterone ancora bassi che sono quelli per cui i medici spesso prescrivono sostituzione con testosterone sintetico.

2. Fare attività fisica anaerobica

Esercizi che mirano all’aumento della massa muscolari stimolano la produzione di testosterone nell’organismo. Eseguire quindi esercizi di forza più volte a settimana, come squat, piegamenti, panca e trazioni sono efficaci per incrementare la produzione di testosterone.

3. Riposare

Affaticare il proprio corpo sia con lo stress quotidiano che con un’eccessiva attività fisica, ha l’effetto di inibire la produzione di testosterone. Secondo uno studio la mancanza di sonno può portare a una diminuzione dei livelli di testosterone anche del 50 per cento. I risultati infatti hanno mostrato che i ragazzi che avevano dormito per 4 ore, avevano livelli di testosterone di circa 200-300 ng/dl, mentre i ragazzi che dormivano per 8 ore, avevano i loro livelli di circa 500-700 ng/dl. Cerca di avere almeno otto ore di sonno nelle ore migliori per dormire (dalle 22.30 alle 6.30).

4. Digiuno

Digiunare non è solo una pratica naturale dagli enormi benefici per la salute fisica e mentale come ho descritto spesso su Dionidream, ma è utile anche per migliorare i livelli di testosterone. Uno studio ha dimostrato che un breve digiuno di sole 24 ore aumenta i livelli di ormone della crescita in modo incredibile del 2.000% negli esseri umani. Un altro studio ha dimostrato che il digiuno diminuisce i valori di leptina che favorisce la produzione di testosterone.

5. Ridurre lo stress

Lo stress sarà la causa principale di malattia nei prossimi anni secondo un recente rapporto dell’Unione Europea. Non solo danneggia la nostra salute ma abbassa anche i livelli di testosterone. Uno studio ha dimostrato che i livelli di cortisolo nel sangue salgono bruscamente in risposta allo stress, con conseguente involuzione testicolare seguita da una significativa diminuzione della secrezione di testosterone.

6. Assimilazione di nutrienti

Con un’alimentazione carente di alcuni nutrienti, il testosterone non può essere prodotto. Vediamo in dettaglio quali sono i principali:

Zinco. Lo zinco è importante per la produzione di testosterone e le migliori fonti di zinco sono da alimenti ricchi di proteine ma anche fagioli, yogurt fatto in casa, kefir, semi di zucca e semi di girasole. Tieni a mente che la cottura riduce il contenuto di zinco da questi alimenti. Una soluzione può anche essere l’integrazione di zinco. Lo zinco è il minerale più importante per il testosterone ed uno studio ha dimostrato che assumere zinco è legato ad una migliore produzione di testosterone.
Vitamina D. La vitamina D è essenziale per la sintesi del testosterone e per una buona fertilità. La migliore fonte di vitamina D è la naturale esposizione al sole. In assenza di questa, perché vivi in un clima poco soleggiato o perché passi poco tempo all’aria aperta esponendo tutto il corpo, un supplemento di vitamina D3 è consigliato.
Grassi sani. Mangiare grassi sani che includono i grassi saturi di origine animale eolio di cocco contribuirà a dare i livelli di testosterone una grande spinta. Altre buone fonti di grassi sani sono da olio extravergine d’oliva, frutta secca, uova e avocado. E’ importante assumere molti grassi per avere un sano sistema endocrino, infatti tutti gli ormoni dell’organismo vengono prodotti a partire dai grassi. Purtroppo la propaganda contro i grassi degli ultimi decenni ha fatto solo danni dato che è stato scoperto che non sono coinvolti con le malattie cardiache.

7. Integratori Stimolanti

Esistono delle piante che stimolano naturalmente la produzione di testosterone:

Epimedium. Chiamato anche Horny Goat Weed, è la pianta più efficace per migliorare tutte le problematiche sessuali dovute ad un basso testosterone (eiaculazione precoce, disfunzione erettile, poca libido).

Ashwagandha. Famosa nella medicina ayurvedica, è stato dimostrato che nei soggetti poco fertili migliora la qualità dello sperma ed aumenta i livelli di testosterone anche del 40% in 90 giorni di assunzione.

Tribulus. Il tribulus terrestris è utile per aumentare il testosterone e la massa muscolare.

Mucuna Pruriens. Usata nella medicina ayurvedica da più di 4000 anni, la mucuna pruriens è ottima per migliorare la libido e il livello di testosterone come dimostrato da uno studio che ha analizzato gli effetti benefici sugli ormoni maschili.

He Shou Wu. Questa pianta molto usata nella medicina tradizionale cinese è ricchissima di zinco biodisponibile stimolando naturalmente la produzione di testosterone. Sono numerose le testimonianze di come l’He Shou Wu abbiamo permesso anche uomini anziani e sterili di riacquistare la fertilità.

Fieno Greco. Il fieno greco contiene fenuside, un principio attivo in grado di aumentare i livelli di testosterone provocando in tal modo un aumento della massa muscolare e della libido.

via Dionidream

Testosterone: perché è tanto importante per gli uomini e come stimolare naturalmente il corpo a produrne di più.ultima modifica: 2017-07-27T19:32:43+00:00da eles-1966
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento